Sai cosa provoca la bronchite?

Una parte importante del sistema respiratorio umano sono i bronchi. Essi interconnettono la trachea e il tessuto polmonare e hanno qualche somiglianza con i tubi. A livello della 4-5 vertebra toracica, la trachea è divisa in due grandi bronchi, che entrano direttamente nei polmoni. Già nel tessuto polmonare, i bronchi principali sono divisi in piccoli, formando un albero bronchiale, dove i piccoli bronchioli raggiungono solo pochi millimetri di diametro.

L'intera superficie dei bronchi è ricoperta di epitelio con ciglia microscopiche e ghiandole mucose responsabili della produzione di secrezione protettiva. Quando viene ingerito da vari tipi di infezioni, inizia la produzione intensiva di muco, causata da un processo infiammatorio. Quindi negli adulti inizia la bronchite. Le ragioni del suo verificarsi possono essere nascoste in altri fattori, che consideriamo di seguito.

Le cause principali e la classificazione di acuta

Gli esperti identificano diversi motivi principali che servono da impulso per l'insorgenza di bronchite negli adulti:

  • virus che possono entrare nel corpo degli adulti quando entrano in contatto con una persona che ha l'influenza o un'altra malattia causata da adenovirus, parainfluenza o infezione respiratoria sinciziale;
  • i batteri che entrano nel corpo iniziano a moltiplicarsi attivamente, causando infiammazione. La causa della bronchite batterica in un adulto può essere streptococchi, stafilococchi, pneumococchi, micobatterio tubercolosi, nonché rappresentanti atipici della flora patogena - clamidia e micoplasma;
  • allergeni, come polline delle piante, polvere domestica e industriale, peli di animali, cibo e bevande, droghe. L'esacerbazione della malattia causata da una tale causa si verifica quando a contatto con una sostanza irritante;
  • sostanze tossiche che possono provocare un'intossicazione generale del corpo. Sul suo sfondo gli adulti sviluppano bronchite;
  • fungo (fattore scatenante piuttosto raro della malattia). A rischio sono i bambini deboli e prematuri, così come gli adulti con bassa immunità, dopo terapia antibiotica intensiva.

In alcuni casi, ci possono essere diverse cause della malattia, ad esempio, la bronchite infettiva viene prima diagnosticata, ma poi viene sostituita da batteri. In questo caso, c'è un'eziologia mista. Ci sono altre cause specifiche di bronchite negli adulti, che sono caratteristiche delle sue singole specie.

Perché appare?

La bronchite acuta si manifesta bruscamente, accompagnata da febbre, tosse grave. Allo stesso tempo, il processo infiammatorio non dura a lungo, e dopo il recupero, i bronchi sono completamente rigenerati.

Le cause di questo tipo di malattia negli adulti sono le seguenti:

  • ipotermia generale o inalazione prolungata di aria calda troppo fredda o secca;
  • fumo o uso frequente di bevande alcoliche, che causano un indebolimento delle funzioni protettive del corpo. Tra gli adulti affetti da bronchite, circa il 75% sono fumatori attivi;
  • inalazione regolare di aria inquinata. Particelle di sporco e polvere irritano la mucosa bronchiale, causando infiammazione;
  • complicazioni dopo una malattia respiratoria acuta o influenza possono riversarsi in bronchite;
  • infezione causata da virus, funghi e batteri. Penetrando nel sistema respiratorio, la flora patogena irrita l'epitelio dei bronchi.

Cause di forma cronica

Cronica è chiamata bronchite, che ha afflitto pazienti adulti per 2 anni o più. In questo caso, la tosse dura almeno 3 mesi all'anno. Il processo infiammatorio progredisce lentamente, deformando, restringendo le pareti dei bronchi.

    ereditarietà e anomalie congenite dell'albero bronchiale. Questo rende i bronchi vulnerabili agli effetti negativi di fattori esterni. Anche i piccoli provocatori possono causare spasmi e un aumento della produzione di muco;

  • esposizione al fumo di sigaretta. Esiste anche la nozione di "bronchite da fumatore": la malattia è causata da costante irritazione dell'epitelio con fumo e sedimentazione di sostanze nocive e catrame;
  • impurità chimiche nell'aria, ad esempio, ammoniaca, monossido di carbonio e molti altri;
  • riduzione delle funzioni protettive del corpo, che consente di far progredire l'infiammazione;
  • penetrazione di microrganismi patogeni nel corpo;
  • condizioni meteorologiche, ma servono solo come sfondo positivo per lo sviluppo di un'infiammazione esistente.

diagnostica

Per determinare correttamente il tipo di bronchite negli adulti, il medico applica i seguenti metodi diagnostici:

  • l'esame. Durante il corso, lo specialista sarà in grado di determinare la presenza di possibili patologie del torace, nonché di chiedere al paziente i sintomi di disturbo, il momento del loro aspetto;
  • auscultazione con uno stetoscopio, che consente di sentire chiaramente i vari rumori e dispnea. La bronchite è caratterizzata da una forte inspirazione ed espirazione, e dall'accumulo di espettorato - respiro sibilante del tipo diffuso;
  • un esame del sangue (generale), i cui risultati possono dirvi il corso del processo infettivo-infiammatorio. La bronchite batterica è caratterizzata da un aumento dei leucociti dovuto alla presenza di neutrofili immaturi e ad un aumento della VES;

Se la causa della bronchite in un adulto era un'infezione virale, l'analisi includerà un numero ridotto di cellule immunitarie e una VES accelerata.

  • radiografia. Con il suo aiuto, puoi vedere il cambiamento nel modello basale dei bronchi. La presenza della malattia sarà confermata se i bronchi situati vicino al centro del torace saranno più contrastati;
  • la broncoscopia viene spesso eseguita per rilevare la bronchite cronica e determinarne lo stadio. Per la procedura utilizza un apparecchio speciale broncoscopio, che viene inserito attraverso la bocca.

Per ridurre il rischio di bronchite, ha senso eseguire misure preventive.

Per fare questo, mangiare razionalmente, incluso nel menu giornaliero di frutta e verdura fresca, camminare molto all'aria aperta e praticare sport. Un impatto positivo sulla salute eviterà situazioni stressanti, oltre a eliminare abitudini dannose.

Queste misure aumenteranno la resistenza del corpo a virus e batteri.

Autore: dottore in malattie infettive, Memeshev Shaban Yusufovich

Come riconoscere e curare la bronchite?

La bronchite è una malattia comune delle basse vie respiratorie, caratterizzata da infiammazione nella mucosa dei bronchi. I sintomi della bronchite e la tattica del trattamento dipendono dalla forma della malattia: acuta o cronica, nonché dallo stadio di sviluppo della malattia. È necessario trattare la bronchite di qualsiasi forma e stadio in modo tempestivo e completo: il processo infiammatorio nei bronchi non influisce solo sulla qualità della vita, ma è anche pericoloso con gravi complicazioni, polmonite, broncopneumopatia cronica ostruttiva, patologie e compromissione del sistema cardiovascolare, ecc.

Cause della malattia

La bronchite nei bambini e negli adulti nella stragrande maggioranza dei casi è la malattia primaria dell'eziologia infettiva. La malattia si sviluppa il più spesso sotto l'influenza di un agente infettivo. Tra le cause più comuni di bronchite primaria sono i seguenti agenti patogeni:

  • virus: parainfluenza, influenza, adenovirus, rhinovirus, enterovirus, morbillo;
  • batteri (stafilococchi, streptococchi, bacilli di hemophilus, forme respiratorie di micoplasma, clamidofilia, patogeno per la pertosse);
  • fungino (candida, aspergillus).

Nell'85% dei casi, i virus diventano un provocatore del processo di infezione. Tuttavia, spesso con un'immunità ridotta, la presenza di un'infezione virale, condizioni favorevoli per l'attivazione di una flora condizionatamente patogena (stafilococchi, streptococchi presenti nel corpo), che porta allo sviluppo di un processo infiammatorio con flora mista. L'identificazione dei componenti primari e attivi della flora patogena è un prerequisito per un trattamento efficace della malattia.
La bronchite di un'eziologia fungina è piuttosto rara: con l'immunità normale, è praticamente impossibile attivare la flora fungina nei bronchi. La lesione micotica della mucosa bronchiale è possibile con significative interruzioni del sistema immunitario: con immunodeficienze congenite o acquisite, dopo un ciclo di radiazioni o chemioterapia, mentre si assumono farmaci oncologici con farmaci citotossici.
Altri fattori nell'eziologia delle forme acute e croniche della malattia che provocano lo sviluppo del processo infiammatorio nei polmoni comprendono:

  • focolai di infezione cronica nel tratto respiratorio superiore;
  • inalazione prolungata di aria inquinata (polvere, materiali sfusi, fumo, fumi, gas), compreso il fumo di tabacco;
  • patologia della struttura del sistema broncopolmonare.

Classificazione della bronchite della malattia

Nella classificazione della malattia ci sono due forme principali: acuta e cronica. Differiscono in manifestazioni, segni, sintomi, decorso della malattia e metodi di terapia.

Bronchite acuta: sintomi e caratteristiche

La forma acuta si verifica all'improvviso, procede rapidamente e dura con una terapia media di 7-10 giorni in media. Dopo questo periodo, le cellule colpite delle pareti bronchiali iniziano a rigenerarsi, il completo recupero dall'infiammazione dell'eziologia virale e / o batterica avviene dopo 3 settimane.
Dalla natura della malattia emettono un grado lieve, moderato e grave. La classificazione si basa su:

  • la gravità dell'insufficienza respiratoria;
  • i risultati delle analisi del sangue, espettorato;
  • Esame a raggi X della lesione dei bronchi.

Esistono anche diversi tipi in base alla natura dell'essudato infiammatorio:

  • catarrale;
  • purulenta;
  • misto catarrale-purulento;
  • atrofica.

La classificazione viene effettuata sulla base dell'analisi dell'espettorato: ad esempio, la bronchite purulenta è accompagnata dalla presenza di quantità copiose di globuli bianchi e macrofagi nell'essudato.
Il grado di ostruzione bronchiale determina tali tipi di malattie come la bronchite acuta ostruttiva e non ostruttiva. Nei bambini di età inferiore a 1, la bronchite acuta ostruttiva si presenta sotto forma di bronchiolite, accompagnata dal blocco di bronchi sia profondi che piccoli.

Forma acuta non ostruttiva

La forma acuta non ostruttiva o semplice è caratterizzata dallo sviluppo di un processo infiammatorio catarrale nei bronchi di grosso e medio calibro e dall'assenza di ostruzione bronchiale con contenuto infiammatorio. La causa più comune di questa forma è l'infezione virale e agenti non infettivi.
Mentre la malattia progredisce con un trattamento appropriato, l'espettorato lascia i bronchi nel processo di tosse, l'insufficienza respiratoria non si sviluppa.

Forma acuta ostruttiva della bronchite malattia

Questa forma è particolarmente pericolosa per i bambini in età prescolare a causa della ristrettezza delle vie aeree e della propensione al broncospasmo con una piccola quantità di espettorato.
Il processo infiammatorio, più spesso purulento o catarrale-purulento, copre i bronchi di medio e piccolo calibro, e il loro lume è bloccato dall'essudato. Le pareti muscolari si contraggono in modo riflessivo, causando uno spasmo. Si verifica un'insufficienza respiratoria che porta alla carenza di ossigeno nel corpo.

Malattia cronica

In forma cronica, i segni di infiammazione nelle pareti dei bronchi vengono osservati per tre o più mesi. Il principale sintomo della bronchite cronica è una tosse improduttiva, di solito al mattino, dopo il sonno. Potresti anche provare mancanza di respiro, aggravata dallo sforzo fisico.
Infiammazione cronica che si verifica con periodi di esacerbazione e remissione. La causa più comune di forme croniche sono i fattori aggressivi che agiscono costantemente: rischi professionali (fumo, fumi, fuliggine, gas, vapori chimici). Il provocatore più comune: fumo di tabacco con fumo attivo o passivo.
La forma cronica è caratteristica della popolazione adulta. Nei bambini, può svilupparsi solo in presenza di immunodeficienze, anomalie nella struttura dell'apparato respiratorio inferiore e gravi malattie croniche.

Foto: Helen Sushitskaya / Shutterstock.com

Diverse forme di bronchite: segni e sintomi

La sintomatologia varia a seconda della forma della malattia e in diversi periodi di età.

Sintomi negli adulti

L'apparato respiratorio, l'immunità e più a lungo che nei bambini, l'impatto dei fattori negativi determina le principali differenze nella manifestazione di entrambe le forme acute e croniche della malattia in età adulta.

Forma acuta negli adulti

Il più delle volte (nell'85% dei casi) si verifica a seguito di infezione virale respiratoria acuta. Differisce rapida insorgenza, a partire dalla presenza di fastidio al petto, attacchi dolorosi di tosse improduttiva secca, aumentando nella notte quando si sta sdraiati, causando dolore nel muscolo toracica e diaframmatica.

Bronchite contro la SARS ha segnato sintomi generali di malattie virali: l'intossicazione (debolezza, mal di testa, sensazione di un dolore nei muscoli, articolazioni), ipertermia può stratificazione sintomi catarrali (rinite, mal di gola, lacrimazione degli occhi, ecc...)

La tosse in questa malattia è un meccanismo protettivo che aiuta la conclusione dell'essudato infiammatorio dai bronchi. Con un trattamento adeguato, 3-5 giorni dopo l'inizio della malattia, si verifica una fase di tosse produttiva con secrezione di espettorato, che porta un certo sollievo. Quando si respira nel torace con uno stetoscopio o senza un esame strumentale, si sentono rantoli umidi.

Nelle infezioni virali respiratorie acute, lo stadio della tosse produttiva di solito coincide con l'inizio del recupero da infezioni virali respiratorie acute: le manifestazioni di intossicazione del corpo sono ridotte, la temperatura corporea è normalizzata (o mantenuta entro i limiti del subfebrile). Se non esiste un tale fenomeno per 3-5 giorni dall'inizio della malattia, è necessaria una diagnosi di probabile adesione di un'infezione batterica e / o sviluppo di complicanze.

La durata totale del periodo di tosse dura fino a 2 settimane, fino a quando l'albero bronchiale è completamente pulito dall'espettorato. Circa 7-10 giorni dopo la fine della tosse dura il periodo di rigenerazione delle cellule epiteliali nelle pareti dei bronchi, dopo di che viene il completo recupero. La durata media della forma acuta della malattia negli adulti è di 2-3 settimane, nelle persone sane senza cattive abitudini, una forma acuta non complicata termina con il ripristino della piena salute del tratto respiratorio inferiore.

Forma ostruttiva acuta

La forma acuta di ostruzione negli adulti è molto meno comune che nei bambini e, a causa della fisiologia, è molto meno pericolosa per la salute e la vita, sebbene la prognosi si basi principalmente sulla gravità dell'insufficienza respiratoria in un paziente.

L'insufficienza respiratoria nella forma ostruttiva acuta della malattia dipende dal grado di occlusione del lume dell'essudato infiammatorio dei bronchi e dalla portata del broncospasmo.

La forma acuta ostruttiva è tipica principalmente per le persone con diagnosi di asma bronchiale, fumatori, anziani, che hanno malattie polmonari o cardiache croniche.
I primi sintomi sono la mancanza di respiro a causa di carenza di ossigeno, anche a riposo, una tosse improduttiva con attacchi dolorosi prolungati, respiro sibilante al petto con marcato aumento di ispirazione.

Con insufficienza respiratoria moderata e grave, il paziente tende a sedersi a metà seduta, appoggiandosi sull'avambraccio. I muscoli ausiliari del torace sono coinvolti nel processo di respirazione, l'espansione visivamente notevole delle ali del naso durante l'inalazione. Con significativa ipossia, cianosi nel triangolo naso-labiale, si nota l'oscuramento dei tessuti sotto le unghie delle mani e dei piedi. Qualsiasi sforzo provoca mancanza di respiro, compreso il processo di parlare.

Il sollievo con terapia adeguata arriva 5-7 giorni con l'inizio della tosse produttiva e l'espettorato dall'espettorato dai bronchi. In generale, la malattia richiede più tempo rispetto alla forma non ostruttiva, il processo di guarigione dura fino a 4 settimane.

Sintomi e stadi della forma cronica della malattia

La fase cronica viene diagnosticata con una forma bronchiale di tosse per almeno tre mesi, nonché una storia di alcuni fattori di rischio per lo sviluppo della malattia. Il fattore più frequente è il fumo, più spesso attivo, ma l'inalazione passiva di fumo porta spesso a un processo infiammatorio nelle pareti dei bronchi.
La forma cronica può verificarsi in una forma sfocata o nell'alternanza della fase acuta e della remissione. Di norma, l'esacerbazione della malattia osservata contro l'infezione virale o batterica, ma la fase acuta in presenza della forma cronica è caratterizzata da bronchite acuta sullo sfondo della salute generale della gravità bronchi dei sintomi, durata della porzione di attacco del eziologia batterica di complicanze.
Una esacerbazione può anche essere innescata da un cambiamento delle condizioni climatiche, una permanenza in un ambiente freddo e umido. Senza una terapia appropriata, la forma cronica della malattia progredisce, l'insufficienza respiratoria è in aumento, le esacerbazioni diventano sempre più difficili.
Nei periodi di remissione nelle prime fasi della malattia, il paziente può sperimentare tosse occasionale dopo un sonno notturno. All'aumentare del processo infiammatorio, il quadro clinico si espande, completando la mancanza di respiro durante lo sforzo, l'aumento della sudorazione, l'affaticamento, gli attacchi di tosse di notte e durante i periodi di riposo sdraiati.
Le fasi tardive della forma cronica causano un cambiamento nella forma del torace, frequenti rantoli bagnati frequenti nel petto durante la respirazione. Gli attacchi di tosse sono accompagnati dal rilascio di essudato purulento, i tegumenti acquisiscono una tonalità terrosa, la cianosi del triangolo naso-labiale è evidente, prima dopo l'esercizio, poi a riposo. La fase tardiva della forma cronica di bronchite è difficile da trattare, senza trattamento, di solito si trasforma in malattia polmonare ostruttiva cronica.

Sintomi nei bambini

Tra le principali cause della malattia nei bambini sono isolati non solo gli agenti patogeni, ma anche gli allergeni. La bronchite acuta può anche essere un periodo nel corso delle malattie infantili come il morbillo, la pertosse e la rosolia.
Fattori di rischio per lo sviluppo di bronchite sono prematurità e sottopeso neonati specialmente quando alimentato con latte materno artificiale sostituto, struttura anormale e patologia broncopolmonare, immunodeficienza, alterata nasale tipo respirazione a causa della distorsione del setto nasale, malattie croniche accompagnati da adenoidi ipertrofiche, tessuto cronica focolai di infezione negli organi dell'apparato respiratorio e / o della cavità orale.
La forma acuta della malattia nei bambini in età prescolare è abbastanza comune e rappresenta il 10% di tutte le malattie respiratorie acute in questo periodo di età, a causa della struttura anatomica del sistema respiratorio del bambino.

Forma acuta non ostruttiva nei bambini

La forma acuta non ostruttiva nei bambini procede nello stesso modo dei pazienti adulti: a partire da tosse secca e segni di intossicazione del corpo, la malattia passa nello stadio dell'espettorato per 3-5 giorni. La durata totale della malattia in assenza di complicanze è di 2-3 settimane.
Questa forma è considerata la prognosi più favorevole per il recupero, ma è più comune negli scolari e negli adolescenti. I bambini in età prescolare, a causa della natura dell'apparato respiratorio, hanno maggiori probabilità di sviluppare la bronchite ostruttiva e la bronchiolite.

Forma ostruttiva acuta nei bambini: sintomi e stadi della malattia

La bronchite acuta ostruttiva è diagnosticata nei bambini al di sotto dei 3 anni di età con una frequenza di 1: 4, cioè, ogni quarto bambino di età inferiore a tre anni soffre ancora una volta di nuovo di questa forma della malattia. I bambini sono anche soggetti a episodi ricorrenti della malattia, diversi processi infiammatori ostruttivi nei bronchi durante l'anno possono indicare una manifestazione di asma bronchiale. Frequenti episodi ricorrenti della malattia aumentano anche la probabilità di sviluppare una forma cronica, bronchiectasie, enfisema polmonare.

Forma ostruttiva acuta si verifica sullo sfondo della sconfitta dei bronchi di piccolo e medio calibro con l'accumulo di essudato infiammatorio nelle parti profonde del sistema respiratorio, il blocco delle lacune e la comparsa di broncospasmo. L'aumentata probabilità di sviluppare un'ostruzione è dovuta alla ristrettezza anatomica dei bronchi e all'aumentata tendenza del tessuto muscolare a diminuire in risposta agli stimoli sotto forma di espettorato, che è caratteristico del periodo di età dei bambini. La forma ostruttiva nei bambini si manifesta principalmente attraverso il fischio sibilante al petto, mancanza di respiro, aumento durante il parlato, attività fisica, aumento della frequenza dei movimenti respiratori, difficoltà di espirazione.

La tosse non è un sintomo obbligatorio, può essere assente nei neonati o nei bambini indeboliti. L'insufficienza respiratoria porta a sintomi quali cianosi (tono della pelle blu) del triangolo naso-labiale, delle unghie e delle unghie dei piedi. Quando si respira, il movimento degli spazi intercostali, l'espansione delle ali del naso sono espressi. La temperatura corporea, di regola, è mantenuta nella gamma subfebrile, non superiore a 38 ° C. Con una concomitante infezione virale, possono verificarsi manifestazioni catarrali: naso che cola, mal di gola, lacrimazione, ecc.

Foto: Olha Ukhal / Shutterstock.com

Bronchiolite nei bambini come tipo di bronchite: sintomi e trattamento

La bronchiolite acuta è il tipo più pericoloso di lesione infiammatoria dei tessuti bronchiali nell'infanzia. Il più delle volte la bronchiolite viene diagnosticata nei bambini sotto i 3 anni di età. La malattia è pericolosamente alta nel numero di decessi (1% dei casi), i bambini di 5-7 mesi di età, nati prematuramente, sottopeso, alimentati da composti artificiali, così come i bambini con anomalie congenite degli organi respiratori e il sistema cardiaco sono più sensibili a questo.
La prevalenza della bronchiolite è del 3% nei bambini del primo anno di vita. La più pericolosa è un'infezione virale: i PB-virus con tropismo al tessuto della mucosa della superficie dei piccoli bronchi, provocano una parte significativa della bronchiolite nei bambini.
Sono inoltre distinti i seguenti agenti patogeni:

  • citomegalovirus;
  • virus dell'herpes umano;
  • virus varicella-zoster (varicella);
  • clamidia;
  • micoplasma.

Il più delle volte, l'infezione si verifica in utero o durante il parto, la malattia si sviluppa con una diminuzione dell'immunità innata, specialmente in assenza di alimentazione con il latte materno.
La malattia può essere complicata dall'aggiunta di un processo infiammatorio batterico durante l'attivazione di microrganismi condizionatamente patogeni presenti nel corpo (streptococchi, stafilococchi).
Lo sviluppo della malattia è improvviso, rapido. Le manifestazioni primarie sono limitate ai sintomi di intossicazione (letargia, sonnolenza, malumore), un leggero aumento della temperatura corporea, scarico dai passaggi nasali.
Per 2-3 giorni, respiro affannoso quando si respira, mancanza di respiro, il bambino esprime ansia, risulta essere dal cibo, non può succhiare il seno, il capezzolo, il ciuccio. La frequenza respiratoria raggiunge 80 movimenti respiratori al minuto, l'impulso è accelerato a 160-180 battiti / min. La cianosi del triangolo nasolabiale, la scottatura o il bluastro della pelle, in particolare le dita delle mani e dei piedi, è determinata. C'è una letargia pronunciata, sonnolenza, assenza di un complesso di recupero, reazione durante la circolazione.
La bronchiolite nei neonati richiede un urgente ricovero di emergenza.

Diagnosi della malattia

Per diagnosticare la malattia, determinarne le cause, lo stadio di sviluppo e la presenza di complicanze ricorrere ai seguenti metodi di ricerca:

  • raccolta della storia, analisi dei reclami dei pazienti, esame visivo, ascolto dei toni respiratori con uno stetoscopio;
  • emocromo completo;
  • analisi generale dell'espettorato;
  • Esame a raggi X per escludere o confermare la polmonite come complicanza della bronchite;
  • esame spirografico per determinare il grado di ostruzione e insufficienza respiratoria;
  • broncoscopia per sospette anomalie dello sviluppo anatomico, presenza di un corpo estraneo nei bronchi, alterazioni del tumore;
  • tomografia computerizzata secondo indicazioni.

Metodi di trattamento per varie forme della malattia

A seconda della causa dello sviluppo della malattia, prima di tutto prescrivono farmaci che agiscono sul patogeno: farmaci antivirali, antibiotici, agenti antifungini, ecc.
Il trattamento sintomatico è necessariamente utilizzato nella terapia etiotropica: antipiretici, farmaci mucolitici (acetilcisteina, Ambroxol), farmaci che sopprimono il riflesso della tosse, con tosse dolorose pronunciate, broncodilatatori.
Vengono utilizzati sia farmaci generali che locali (attraverso inalatori, nebulizzatori, instillazione e spray nei passaggi nasali, ecc.).
I metodi di fisioterapia, ginnastica, massaggi sono associati alla terapia farmacologica per facilitare la separazione e il ritiro dell'espettorato.
Nella terapia della forma cronica, l'esclusione di un fattore che provoca un processo infiammatorio nei tessuti dei bronchi: i rischi professionali, le condizioni ambientali e il fumo hanno un ruolo importante. Dopo l'esclusione di questo fattore, il trattamento a lungo termine viene effettuato con farmaci mucolitici, broncodilatatori e farmaci di rafforzamento generale. L'uso dell'ossigenoterapia, il trattamento termale è possibile.

bronchite

La bronchite è una malattia infiammatoria diffusa dei bronchi che colpisce la mucosa o l'intero spessore della parete dei bronchi. I danni e l'infiammazione dell'albero bronchiale possono verificarsi come un processo isolato indipendente (bronchite primaria) o svilupparsi come complicazione sullo sfondo di malattie croniche e infezioni esistenti (bronchite secondaria). Il danno all'epitelio mucoso dei bronchi disturba la secrezione, l'attività motoria delle ciglia e il processo di purificazione dei bronchi. Condividono la bronchite acuta e cronica, diversa per eziologia, patogenesi e trattamento.

bronchite

La bronchite è una malattia infiammatoria diffusa dei bronchi che colpisce la mucosa o l'intero spessore della parete dei bronchi. I danni e l'infiammazione dell'albero bronchiale possono verificarsi come un processo isolato indipendente (bronchite primaria) o svilupparsi come complicazione sullo sfondo di malattie croniche e infezioni esistenti (bronchite secondaria). Il danno all'epitelio mucoso dei bronchi disturba la secrezione, l'attività motoria delle ciglia e il processo di purificazione dei bronchi. Condividono la bronchite acuta e cronica, diversa per eziologia, patogenesi e trattamento.

Bronchite acuta

Il decorso acuto della bronchite è caratteristico di molte infezioni respiratorie acute (ARVI, ORZ). La causa più comune di bronchite acuta sono i virus della parainfluenza, il virus respiratorio sinciziale, gli adenovirus, meno spesso - virus dell'influenza, morbillo, enterovirus, rinovirus, micoplasmi, clamidia e infezioni virali-batteriche miste. La bronchite acuta raramente ha una natura batterica (pneumococchi, stafilococchi, streptococchi, bacilli emofilici, patogeno per la pertosse). Il processo infiammatorio colpisce prima il nasopharynx, le tonsille, la trachea, diffondendosi gradualmente nel tratto respiratorio inferiore - i bronchi.

L'infezione virale può provocare la moltiplicazione della microflora condizionatamente patogena, aggravando i cambiamenti della mucosa catarrale e infiltrativa. Gli strati superiori della parete bronchiale sono colpiti: si verificano iperemia ed edema della mucosa, infiltrazione pronunciata dello strato sottomucoso, alterazioni distrofiche e rigetto delle cellule epiteliali. Con un trattamento adeguato, la bronchite acuta ha una prognosi favorevole, la struttura e la funzione dei bronchi sono completamente restaurate in 3-4 settimane. La bronchite acuta è molto spesso osservata nei bambini: questo è spiegato dall'alta suscettibilità dei bambini alle infezioni respiratorie. La bronchite regolarmente ripetuta contribuisce alla transizione della malattia verso la forma cronica.

Bronchite cronica

La bronchite cronica è una malattia infiammatoria a lungo termine dei bronchi, che progredisce nel tempo e provoca cambiamenti strutturali e disfunzioni dell'albero bronchiale. La bronchite cronica si verifica con periodi di esacerbazioni e remissioni, spesso ha un corso nascosto. Recentemente, c'è stato un aumento dell'incidenza della bronchite cronica dovuta al degrado ambientale (inquinamento atmosferico da impurità nocive), abitudini diffuse dannose (fumo) e un alto livello di allergizzazione della popolazione. Con esposizione prolungata a fattori avversi sulla mucosa delle vie respiratorie, cambiamenti graduali nella struttura della membrana mucosa, aumento della produzione di espettorato, una violazione della capacità di drenaggio dei bronchi, si sviluppa una diminuzione dell'immunità locale. Nella bronchite cronica, ipertrofia delle ghiandole dei bronchi, si verifica un ispessimento della mucosa. La progressione dei cambiamenti sclerotici nella parete dei bronchi porta allo sviluppo di bronchiectasie, deformando la bronchite. I cambiamenti nella capacità di trasporto dell'aria dei bronchi riducono significativamente la ventilazione.

Classificazione di bronchite

La bronchite è classificata secondo un numero di segni:

1. Per gravità:
  • mite
  • moderato
  • grave
2. Secondo il decorso clinico:
  • bronchite acuta
  • bronchite cronica

Bronchite acuta

La bronchite acuta, a seconda del fattore eziologico sono:

  • origine infettiva (virale, batterica, virale-batterica)
  • origine non infettiva (fattori nocivi chimici e fisici, allergeni)
  • origine mista (combinazione di infezione e fattori fisico-chimici)
  • eziologia non specificata

L'area delle lesioni infiammatorie si distingue:

  • tracheobronchite
  • bronchite con una lesione primaria dei bronchi di medio e piccolo calibro
  • bronchiolite

Secondo il meccanismo di occorrenza distinguere la bronchite acuta primaria e secondaria. Dalla natura dell'essudato infiammatorio distinguono la bronchite: catarrale, purulenta, catarrale-purulenta e atrofica.

Bronchite cronica

A seconda della natura dell'infiammazione, si distinguono la bronchite cronica catarrale e la bronchite cronica purulenta. Modificando la funzione della respirazione esterna, la bronchite ostruttiva e una forma non ostruttiva della malattia sono isolate. Nelle fasi del processo durante la bronchite cronica, si alternano esacerbazioni e remissioni.

Fattori di rischio di bronchite

I principali fattori che contribuiscono allo sviluppo della bronchite acuta sono:

  • fattori fisici (umidità, aria fredda, sbalzi di temperatura improvvisi, esposizione a radiazioni, polvere, fumo);
  • fattori chimici (presenza di inquinanti nell'aria atmosferica - monossido di carbonio, idrogeno solforato, ammoniaca, vapori di cloro, acidi e alcali, fumo di tabacco, ecc.);
  • cattive abitudini (fumo, abuso di alcool);
  • processi congestizi nella circolazione polmonare (patologie cardiovascolari, clearance mucociliare compromessa);
  • la presenza di focolai di infezione cronica in bocca e naso - sinusite, tonsillite, adenoidite;
  • fattore ereditario (predisposizione allergica, disturbi congeniti del sistema broncopolmonare).

È stato stabilito che il fumo è un importante fattore scatenante nello sviluppo di varie patologie broncopolmonari, inclusa la bronchite cronica. I fumatori soffrono di bronchite cronica 2-5 volte più spesso rispetto ai non fumatori. Gli effetti dannosi del fumo di tabacco sono osservati con il fumo attivo e passivo.

Contribuisce al verificarsi di esposizione umana a lungo termine a condizioni di produzione nocive di bronchite cronica: polvere - cemento, carbone, farina, legno; vapori di acidi, alcali, gas; condizioni di temperatura e umidità scomode. L'inquinamento atmosferico da emissioni industriali e di trasporto e prodotti di combustione del carburante ha un effetto aggressivo principalmente sul sistema respiratorio umano, causando danni e irritazione dei bronchi. Alte concentrazioni di impurità nocive nell'aria delle grandi città, specialmente in condizioni di tempo calmo, portano a gravi esacerbazioni della bronchite cronica.

ARCE ripetuta, bronchite acuta e polmonite, malattie croniche del rinofaringe, i reni possono ulteriormente causare lo sviluppo di bronchite cronica. Di norma, l'infezione si sovrappone al danno già esistente alla mucosa respiratoria da altri fattori dannosi. Un clima umido e freddo contribuisce allo sviluppo e all'esacerbazione delle malattie croniche, compresa la bronchite. Un ruolo importante appartiene all'ereditarietà che, in determinate condizioni, aumenta il rischio di bronchite cronica.

Sintomi di bronchite

Bronchite acuta

Il principale sintomo clinico della bronchite acuta - bassa tosse toracica - appare di solito sullo sfondo delle manifestazioni preesistenti di infezione respiratoria acuta o allo stesso tempo. Il paziente ha la febbre (moderatamente alta), debolezza, malessere, congestione nasale, naso che cola. All'inizio della malattia, la tosse è secca, con escreato scarso, difficile da scaricare, peggio di notte. Attacchi di tosse frequenti causano dolore ai muscoli addominali e al torace. Dopo 2-3 giorni, l'espettorato (muco mucoso e purulento) inizia a ritirarsi abbondantemente e la tosse diventa umida e morbida. Nei polmoni si sentono rantoli secchi e umidi. Nei casi non complicati di bronchite acuta, la dispnea non viene osservata e il suo aspetto indica la sconfitta dei piccoli bronchi e lo sviluppo della sindrome ostruttiva. Le condizioni del paziente tornano normali entro pochi giorni, la tosse può durare per diverse settimane. L'alta temperatura prolungata indica l'accessione di un'infezione batterica e lo sviluppo di complicanze.

Bronchite cronica

La bronchite cronica si verifica, di regola, negli adulti, dopo aver sofferto ripetutamente bronchite acuta, o durante l'irritazione prolungata dei bronchi (fumo di sigaretta, polvere, gas di scarico, vapori chimici). I sintomi della bronchite cronica sono determinati dall'attività della malattia (esacerbazione, remissione), dalla natura (ostruttiva, non ostruttiva), dalla presenza di complicanze.

La principale manifestazione della bronchite cronica è una tosse prolungata per diversi mesi nell'arco di 2 anni consecutivi. La tosse è solitamente bagnata, appare al mattino, accompagnata da una piccola quantità di espettorato. Il rafforzamento della tosse si osserva a freddo, tempo piovoso e remissione - nella stagione calda asciutta. Il benessere generale dei pazienti con questo quasi non cambia, tossendo per i fumatori sta diventando comune. La bronchite cronica progredisce col tempo, aumenta la tosse, acquisisce il carattere di attacchi, diventa hacking, improduttivo. Appare lamentele di espettorato purulento, malessere, debolezza, stanchezza, sudorazione durante la notte. La dispnea è associata allo sforzo, anche minore. Nei pazienti con predisposizione alle allergie, si verifica broncospasmo, indicando lo sviluppo di sindrome ostruttiva, manifestazioni asmatiche.

Complicazioni di bronchite

La broncopolmonite è una frequente complicazione della bronchite acuta, che si sviluppa a seguito di una diminuzione dell'immunità locale e della stratificazione di un'infezione batterica. La bronchite acuta ripetutamente trasferita (3 o più volte l'anno), porta alla transizione del processo infiammatorio verso la forma cronica. La scomparsa dei fattori provocatori (smettere di fumare, cambiare il clima, cambiare lavoro) può salvare completamente il paziente dalla bronchite cronica. Con la progressione della bronchite cronica, si verifica una polmonite acuta ricorrente e con un lungo decorso della malattia può trasformarsi in una malattia polmonare ostruttiva cronica. I cambiamenti ostruttivi nell'albero bronchiale sono considerati una condizione predastinica (bronchite asmatica) e aumentano il rischio di asma. Complicazioni appaiono sotto forma di enfisema, ipertensione polmonare, bronchiectasie, insufficienza cardiopolmonare.

Diagnosi di bronchite

La diagnosi di varie forme di bronchite si basa sullo studio del quadro clinico della malattia e sui risultati dei test di ricerca e di laboratorio:

Trattamento di bronchite

Nel caso di bronchite con grave concomitante forma di ARVI, il trattamento è indicato nel reparto di pneumologia e, in caso di bronchite non complicata, il trattamento è ambulatoriale. La terapia della bronchite dovrebbe essere completa: la lotta contro le infezioni, il ripristino della pervietà dei bronchi, l'eliminazione dei fattori precipitanti nocivi. È importante sottoporsi a un ciclo completo di trattamento per la bronchite acuta al fine di escludere la sua transizione verso la forma cronica. Nei primi giorni della malattia vengono mostrati riposo a letto, bere abbondante (1,5 - 2 volte più della norma) e una dieta a base di latte e verdure. Al momento del trattamento, è necessario smettere di fumare. È necessario aumentare l'umidità dell'aria nella stanza dove c'è un paziente con bronchite, poiché la tosse aumenta nell'aria secca.

La terapia della bronchite acuta può comprendere farmaci antivirali: interferone (intranasale), con influenza - rimantadina, ribavirina, con infezione da adenovirus - RNA-ase. Nella maggior parte dei casi, gli antibiotici non vengono utilizzati, ad eccezione dell'adesione di un'infezione batterica, con un decorso prolungato di bronchite acuta, con una pronunciata reazione infiammatoria in base ai risultati degli esami di laboratorio. Per migliorare l'escrezione dell'espettorato sono prescritti farmaci mucolitici ed espettoranti (bromhexine, ambroxol, espettoranti a base di erbe, inalazioni con soda e soluzioni saline). Nel trattamento della bronchite si applicano massaggi a vibrazione, fisioterapia, fisioterapia. Quando una tosse secca, improduttiva e dolorosa, il medico può prescrivere farmaci che sopprimono il riflesso della tosse - okseladin, prenoksdiazin, ecc.

La bronchite cronica richiede un trattamento a lungo termine, sia nel periodo di esacerbazione che nel periodo di remissione. Quando esacerbazione di bronchite, con espettorato purulento, vengono prescritti antibiotici (dopo aver determinato la sensibilità della microflora selezionata a loro), espettorare i farmaci espettoranti e espettorante. Nel caso della natura allergica della bronchite cronica, è necessario un farmaco antistaminico. La modalità è semi-dolce, necessariamente bevanda calda e abbondante (acqua minerale alcalina, tè con lamponi, miele). A volte eseguono la broncoscopia terapeutica, con il lavaggio bronchiale con varie soluzioni medicinali (lavaggio bronchiale). Sono mostrati ginnastica respiratoria e fisioterapia (inalazione, UHF, elettroforesi). A casa, puoi usare intingoli di senape, barattoli medicinali, impacchi caldi. Per aumentare la resistenza del corpo, prendi vitamine e immunostimolanti. Al di fuori della esacerbazione della bronchite, è auspicabile un trattamento di sanatorio Molto utile cammina all'aria aperta, normalizzando la funzione respiratoria, il sonno e le condizioni generali. Se durante 2 anni non si osservano esacerbazioni di bronchite cronica, il paziente viene rimosso dal follow-up dal pneumologo.

Prognosi per la bronchite

La bronchite acuta in forma non complicata dura circa due settimane e termina con il pieno recupero. Nel caso di concomitanti malattie croniche del sistema cardiovascolare, si osserva un decorso prolungato della malattia (un mese o più). La forma cronica di bronchite ha un lungo corso, un cambiamento dei periodi di esacerbazioni e remissioni.

Prevenzione della bronchite

Le misure preventive per prevenire molte malattie broncopolmonari, tra cui la bronchite acuta e cronica, includono: eliminazione o riduzione degli effetti sugli organi respiratori di fattori nocivi (polvere, inquinamento atmosferico, fumo), trattamento tempestivo delle infezioni croniche, prevenzione delle manifestazioni allergiche, miglioramento dell'immunità, stile di vita sano.

Cause di bronchite

La bronchite, le cui cause sono piuttosto diverse, è una delle più comuni malattie dell'apparato respiratorio. Con questa patologia, i bronchi sono coinvolti nel processo. Bronchite malati adulti e bambini, indipendentemente dall'età. La bronchite, a differenza dell'influenza, non può essere trasmessa da una persona all'altra. Si verifica più spesso durante l'esposizione a supercooling o esposizione a sostanze irritanti.

La malattia può manifestarsi in forme acute e croniche. Separatamente, è possibile selezionare la bronchite della polvere, che attualmente appartiene a una patologia determinata professionalmente. Quali sono l'eziologia, la clinica e il trattamento della bronchite?

Classificazione di bronchite

La bronchite è una malattia del sistema respiratorio, caratterizzata da infiammazione dei bronchi. La bronchite, a seconda del decorso, è divisa in acuta e cronica. Può anche essere ostruttivo e non ostruttivo. Nel primo caso, il lume bronchiale è bloccato a causa di gonfiore o di una grande quantità di secrezioni bronchiali.

Nella forma acuta della malattia si verifica un'infiammazione diffusa dell'intera mucosa, sullo sfondo della quale appare una tosse produttiva. Nel caso in cui la tosse con bronchite dura più di 3 mesi all'anno, stiamo parlando di bronchite cronica. Spesso, l'infiammazione bronchiale viene diagnosticata nei bambini.

Nei bambini, ci sono 3 forme di questa patologia: semplice bronchiolite acuta, ostruttiva e acuta. Quest'ultimo è rilevato nei neonati. Allo stesso tempo i piccoli bronchi sono colpiti. La prevalenza di infiammazione bronchiale è molto alta. Ogni persona nella sua vita ha affrontato almeno una volta la bronchite.

Ci sono 3 gradi di gravità di questa condizione patologica: lieve, moderata e grave. È noto che le parti inferiori dell'apparato respiratorio umano comprendono la trachea, i bronchi grandi, medi e piccoli (bronchioli). L'infiammazione può verificarsi a qualsiasi livello. Da questo dipende in gran parte la gravità della malattia.

Fattori eziologici

Quali sono le cause della bronchite? L'eziologia delle forme acute e croniche della malattia varia. Molto spesso, l'infiammazione acuta dei bronchi ha un'eziologia infettiva. In questo caso, gli agenti causali possono essere batteri e virus. Tra batteri, pneumococchi, streptococchi, bacillo di hemophilus sono della massima importanza.

Tra i virus, i virus più comuni sono l'influenza e la parainfluenza. Meno comunemente, la bronchite acuta è causata da funghi microscopici, sostanze allergiche o tossiche. L'agente infettivo entra nel tratto respiratorio attraverso un meccanismo di trasmissione dell'aerosol. Può essere realizzato da goccioline trasportate dall'aria o polvere nell'aria.

Le principali ragioni per la formazione della bronchite acuta sono:

  • esposizione a breve termine a composti chimici (ossidi di azoto, ammoniaca, anidride solforosa, fumo);
  • ipotermia;
  • produzione insufficiente di alfa-1-antitripsina dal corpo;
  • cattiva ecologia;
  • esposizione a fattori ambientali.

Per provocare la bronchite acuta può inalazione regolare di aria fredda, polvere, fumo. La bronchite può essere di natura allergica. In questa situazione, la causa principale sarà l'esposizione agli allergeni e una maggiore predisposizione allergica. È necessario conoscere non solo le cause della bronchite, ma anche i possibili fattori predisponenti. Questi includono fumo, abuso di alcool, alta umidità dell'aria circostante, caratteristiche climatiche, immunità ridotta. Il gruppo di rischio comprende persone con più di 50 anni.

Cause di bronchite cronica

Le principali cause di bronchite cronica sono:

  • esposizione prolungata a polvere, monossido di carbonio o anidride carbonica;
  • fumo passivo o attivo;
  • aumento o diminuzione dell'umidità dell'aria;
  • penetrazione di microbi da focolai di infezione cronica con tonsillite, carie, sinusite;
  • disfunzione del sistema cardiovascolare.
  • fattori di produzione nocivi.

A volte la bronchite cronica si verifica sullo sfondo di altre malattie dell'apparato respiratorio. Ci sono prove che i fumatori soffrono di bronchite 2-3 volte più spesso rispetto ai non fumatori. Il fumo di tabacco e le sostanze in esso contenute, compresi vari catrame, irritano la mucosa bronchiale.

È stato accertato che l'infiammazione cronica viene spesso diagnosticata tra i cittadini che vivono in grandi città. Tutto ciò è dovuto a cattive condizioni ambientali, inquinamento atmosferico. A volte, con polmonite ripetuta, ARVI, si osserva lo sviluppo di bronchite cronica. È importante che l'infiammazione cronica si sviluppi spesso in assenza di un adeguato trattamento della bronchite acuta.

Il valore della polvere nello sviluppo della bronchite

Tale patologia come la bronchite da polvere è spesso diagnosticata. Il motivo principale è l'esposizione alla polvere. Questa malattia è causata professionalmente ed è direttamente correlata alle condizioni lavorative dei lavoratori. La polvere è diversa: minerale, organica, grossolana, mediamente dispersa, fine. Le grandi particelle di polvere non raggiungono il tratto respiratorio inferiore e si depositano sopra.

In questa situazione, lo sviluppo della tracheobronchite è possibile. La polvere fine, insieme alle masse d'aria, può penetrare nei bronchioli quando viene inalata. Se esposti a particelle di polvere nei bronchi, possono verificarsi i seguenti cambiamenti:

  • irritazione delle mucose;
  • cambiamenti nelle cellule ciliate bronchiali;
  • desquamazione epiteliale;
  • alterata produzione di tensioattivo;
  • il ritardo del segreto nel lume dei bronchi;
  • aumento della viscosità delle secrezioni;
  • necrosi dell'epitelio ciliato;
  • sclerosi bronchiale.

Inoltre, a seconda della forma dello stampo, la polvere può danneggiare il tessuto. Le persone che lavorano nella fonderia e nelle industrie metallurgiche, nelle rettificatrici e nelle imprese di lavorazione del legno soffrono di bronchite polverosa. Altrettanto importante in questa situazione è l'abbandono dei dispositivi di protezione individuale e collettiva (maschere, respiratori, maschere antigas). Inoltre, il motivo dell'aumentato livello di questa patologia nella produzione può essere la scarsa prestazione del sistema di ventilazione meccanica, l'assenza di collettori di polveri, elettrofiltri, cicloni.

Manifestazioni cliniche

Il corso di bronchite acuta e cronica varia.

I seguenti sintomi sono caratteristici della forma acuta della malattia:

  • tosse forte e squillante con espettorato;
  • febbre;
  • naso che cola;
  • la debolezza;
  • malessere generale;
  • tensione dei muscoli addominali;
  • dispnea.

Il sintomo più comune è la tosse. All'inizio può essere secco, ma dopo alcuni giorni si espelle l'espettorato mucoso o purulento. Con un percorso complicato, possono verificarsi dispnea e difficoltà di respirazione. L'infiammazione cronica dei bronchi si verifica con periodi di remissione ed esacerbazione. La tosse spesso preoccupa i pazienti al mattino. È bagnato, accompagnato da respiro sibilante. Nella stagione calda la tosse si indebolisce. Ulteriori sintomi includono sudorazione, debolezza, mancanza di respiro dopo l'attività fisica. Le possibili complicanze della malattia includono lo sviluppo di broncopolmonite, BPCO, enfisema, insufficienza cardiopolmonare.

Diagnosi e trattamento

Per fare la diagnosi corretta, è necessario:

  • esami del sangue e delle urine;
  • esame fisico (auscultazione);
  • indagine paziente;
  • esame esterno;
  • Esame a raggi X dei polmoni;
  • broncoscopia;
  • valutazione della funzione respiratoria mediante spirometria e misurazione del flusso di picco;
  • ECG;
  • esame dell'espettorato per determinare l'agente eziologico.

Il trattamento della bronchite è conservativo. La bronchite acuta non complicata di eziologia virale non richiede un trattamento specifico. Se si sviluppano complicanze, sono indicati agenti antivirali (interferone, ribavirina, rimantadina). Funziona da solo in circa una settimana. Il trattamento della bronchite batterica comporta l'assunzione di antibiotici (amoxiclav).

Il trattamento sintomatico prevede l'assunzione di mucolitici ed espettoranti sotto forma di compresse, sciroppi.

Se hai una tosse secca, puoi usare antitosse. Il trattamento comprende anche abbondanti bevute, esercizi di respirazione, dieta e fisioterapia. Se necessario, il lavaggio bronchiale è fatto. Quindi, la bronchite è una delle malattie più frequenti. Attraverso il trattamento, è importante prevenire la transizione di bronchite acuta a cronica.

Bronchite a causa di cosa

La bronchite è una ragione abbastanza comune per cercare aiuto medico, sia tra i bambini che tra gli adulti. Questa malattia può essere una complicanza di qualche altra malattia (ARVI, il raffreddore comune) o essere una malattia indipendente. La bronchite è caratterizzata dal coinvolgimento nel processo infiammatorio dei bronchi. Esistono due forme di malattia, che sono molto diverse tra loro e, di conseguenza, richiedono approcci diversi al trattamento.

Cosa potrebbe essere la bronchite?

La bronchite è acuta e cronica.

La bronchite cronica è caratterizzata dalla persistenza del sintomo sotto forma di tosse umida per più di tre mesi consecutivi per almeno due anni. Questo è accompagnato da una graduale riorganizzazione dell'apparato mucoso, a seguito della quale progredisce il deterioramento delle funzioni protettive e depurative dei bronchi.

La bronchite acuta è un'infiammazione acuta della mucosa bronchiale, che comporta un aumento della quantità di secrezione e una forte tosse con espettorato. A sua volta, la bronchite acuta è:

  • semplice;
  • ostruttivo (accompagnato da gonfiore della mucosa, con conseguente bronchi ostruiti).

Cause di bronchite

Le cause dello sviluppo della bronchite acuta e della bronchite cronica sono alquanto diverse.

Quindi, i principali "colpevoli" della bronchite acuta sono batteri e virus (raramente si tratta di funghi, sostanze tossiche, allergeni). L'infezione da questa malattia si verifica per goccioline trasportate dall'aria di un paziente già afflitto (starnuti, chiacchiere, baci, ecc.).

La bronchite cronica, di regola, si verifica per i seguenti motivi:

  • condizioni di vita avverse (aumento dell'inquinamento, polvere, inalazione costante o frequente di sostanze chimiche);
  • esposizione a lungo termine a aria troppo fredda o secca;
  • frequenti recidive di infezioni respiratorie.

Ci sono una serie di fattori che possono aumentare significativamente il rischio di qualsiasi tipo di bronchite:

  • predisposizione genetica;
  • vita in condizioni climatiche avverse;
  • fumare (incluso passivo);
  • ecologia.

Sintomi di bronchite

Il primo e più caratteristico segno di bronchite è una tosse forte con espettorato abbondante. In media, i bronchi normali producono circa 30 grammi al giorno. un segreto. Ha una barriera e una funzione protettiva - protegge i bronchi dai danni, riscalda e pulisce l'aria inalata, fornisce l'immunità locale. Con la bronchite, i patogeni e i provocatori di malattie danneggiano le cellule che costituiscono la mucosa bronchiale e inizia l'infiammazione. Di conseguenza, la quantità di secrezione prodotta aumenta più volte, diventa più viscosa. Questo muco porta alla rottura dei polmoni e dei bronchi e, inoltre, è un mezzo meraviglioso per la vita dei microrganismi.

La flemma secreta dalla tosse in caso di bronchite si sviluppa con un caratteristico colore grigio giallastro o verdastro. A volte è evidente la mescolanza di sangue. Di regola, si osserva una forte tosse proprio al mattino, dopodiché inizia a dare al paziente molti problemi di notte.

Accade anche che la bronchite sia accompagnata da una tosse secca, che, a differenza di quella umida, è considerata improduttiva. Allo stesso tempo, i medici ascoltano fischiare sibili alla reception.

Altri sintomi specifici della bronchite sono:

  • mancanza di respiro;
  • respiro sibilante, di solito evidente non solo all'esame del medico, ma anche al paziente stesso;
  • dolori e crampi alla gola;
  • aumento della temperatura corporea (di regola la temperatura non è ancora troppo alta);
  • in alcuni casi attacchi di asma.

Come viene fatta la diagnosi?

Prima di tutto, il medico interroga il paziente, prestando attenzione alle sue lamentele. Quindi lo specialista inizia l'esame - ascolta attentamente i polmoni e i bronchi del paziente. Per escludere una diagnosi più grave e seria - la polmonite - potrebbe essere necessario un radiologo. Spesso è necessaria l'analisi dell'espettorato staccabile, i cui risultati rivelano l'agente eziologico della malattia ai fini del trattamento più mirato e, quindi, efficace.

La prognosi e il decorso della malattia

Con un trattamento tempestivo al medico e la nomina di un trattamento appropriato, la prognosi per la bronchite è abbastanza favorevole. Di regola, la bronchite acuta viene curata entro 10 giorni.

La bronchite acuta può agire come una malattia autonoma e può essere una complicanza di raffreddore o influenza. Tutto inizia, di regola, con tosse secca, che spesso disturba il paziente di notte, privandolo di buon sonno. Quindi dopo alcuni giorni la tosse si bagna - durante questo periodo il paziente di solito si sente stanco e sopraffatto, la sua temperatura corporea può leggermente aumentare. La maggior parte dei sintomi con un trattamento ben pianificato e il rispetto degli appuntamenti passano abbastanza velocemente, ma la tosse preoccupa i pazienti per diverse settimane, poiché la guarigione delle mucose è un processo lungo. Se la tosse non passa più di un mese, si consiglia di consultare un pneumologo.

Trattamento di bronchite

Vale la pena notare che l'automedicazione per sospetta bronchite è molto pericolosa. Solo uno specialista può determinare la forma della bronchite, identificare le complicanze incipienti e prescrivere una terapia appropriata.

Oggi gli antibiotici sono usati molto raramente nel trattamento della bronchite. Le eccezioni sono i casi in cui un agente patogeno che è sensibile all'azione di questi farmaci (che si verifica raramente) viene rilevato, oltre a ricorrere agli antibiotici, se la bronchite è già riuscita a dare complicanze e causare malattie concomitanti.

La terapia farmacologica per bronchite, include, di regola, la nomina di tali farmaci come:

  • espettoranti;
  • farmaci che riducono la viscosità dell'espettorato;
  • immunostimolanti;
  • vitamine;
  • in casi molto rari, farmaci che sopprimono la tosse;
  • antistaminici - nei casi in cui la bronchite è di natura allergica.

Ma un farmaco antivirale che salverebbe efficacemente i pazienti dalla bronchite, non è stato ancora inventato (l'interferone è spesso prescritto).

Insieme con i farmaci, le seguenti procedure forniscono un buon effetto nel trattamento della bronchite:

  • massaggio al petto;
  • fisioterapia;
  • esercizio terapeutico;
  • inalazione.

Vi sono numerose raccomandazioni che sono altamente auspicabili per ciascun paziente da eseguire in vista del significativo miglioramento dell'effetto del trattamento prescritto dai medici:

  • Bere molti liquidi per liquefare l'espettorato e migliorare lo scarico - è meglio usare bevande calde senza caffeina per questo: composte, bevande alla frutta, tisane.
  • Riposo, riposo adeguato, sonno prolungato: sono necessarie forze aggiuntive per combattere la malattia di una persona.
  • Escludendo cibi troppo speziati o piccanti dalla dieta - la bronchite è spesso accompagnata da un'infiammazione dell'orofaringe, e i prodotti corrispondenti possono causare ancora più irritazione.
  • Lo sfregamento con olio caldo di canfora dà un notevole effetto riscaldante e antitosse.
  • Attività fisica moderata - il movimento contribuisce alla rapida espulsione dell'espettorato, che a sua volta porta al recupero.
  • Umidificazione dell'aria nella stanza in cui si trova il paziente nella maggior parte del tempo - l'aria secca può aggravare in modo significativo le condizioni del paziente, pertanto è necessario utilizzare un umidificatore o, in assenza di uno, appendere i fogli bagnati nella stanza o lasciare una bacinella con acqua.
  • Rifiuto di fumare (per un fumatore accanito è praticamente impossibile, pertanto, si raccomanda a tali pazienti di ridurre almeno il numero di sigarette consumate al giorno e di non fumare nella stanza in cui vivono o lavorano).
  • La bronchite è spesso accompagnata da alcuni disturbi nella termoregolazione e, anche in caso di un piccolo sforzo, si può osservare una sudorazione eccessiva, quindi vale la pena vestirsi in base alle condizioni meteorologiche e fare una doccia in tempo.

Cosa offre la medicina tradizionale?

C'è un numero enorme di ricette della medicina tradizionale per far fronte alla bronchite. Tuttavia, è importante ricordare che tale trattamento non è sempre efficace, e talvolta anche non sicuro. In ogni caso, è necessario il controllo e la consulenza di uno specialista qualificato. Solo allora i rimedi popolari possono diventare un'eccellente terapia adiuvante che promuove una guarigione più rapida.

Quindi, quali sono le ricette per la bronchite offre la medicina tradizionale:

  • A base di erbe: 1 cucchiaino di una miscela di 1 cucchiaio. cucchiai di origano, 2 cucchiai. cucchiai di radice di Althea e 1 cucchiaio. cucchiaio madre e matrigna versare acqua bollente (1 tazza), insistere per mezz'ora, scolare; Si consiglia di consumare il prodotto finito sotto forma di calore tre volte al giorno tre volte una tazza per 3 settimane.
  • Rafano al miele: si consiglia di rimuovere il rafano grattugiato con miele (rapporto 4: 5) e prendere un cucchiaio prima dei pasti.
  • Dolci curativi: per la sua preparazione è necessario mescolare un cucchiaio di farina (quando si tratta di bambini, poi si prende più farina - circa 3 cucchiai), la stessa quantità di senape secca, olio vegetale, vodka e miele. La miscela viene quindi riscaldata a bagnomaria fino a ottenere una consistenza viscosa e pastosa, da essa viene ricavata una torta, che viene appoggiata su una garza piegata a quattro volte, applicata sul petto (nel punto in cui si sente il respiro e si avverte dolore), ricoperta di polietilene e una sciarpa calda in alto e sinistra in quella posizione circa mezz'ora (la procedura è meglio fare di notte per diversi giorni di seguito).
  • Banane - Le banane possono alleviare in modo significativo una tosse dolorosa per la bronchite, è sufficiente farle frullare, aggiungere acqua calda e zucchero e mangiare la "gustosa medicina" sotto forma di calore.

complicazioni

La bronchite è una malattia che tutti hanno avuto almeno una volta nella vita. Tuttavia, tale prevalenza non significa la possibilità di auto-trattamento (e questo è quanto spesso accade - le persone cercano di sbarazzarsi della malattia in base all'esperienza dei loro amici o utilizzando lo stesso trattamento che una volta era stato prescritto dal medico stesso). Dopo tutto, la bronchite è una malattia molto insidiosa, che minaccia in assenza di un trattamento competente e tempestivo di tali complicazioni come:

  • broncopneumonia - insorge a causa dell'indebolimento dell'immunità locale ed è una conseguenza abbastanza comune della bronchite acuta;
  • bronchite cronica - di solito si verifica dopo la malattia di bronchite acuta tre volte l'anno o più;
  • cambiamenti ostruttivi nell'albero bronchiale - i dottori considerano questa condizione come la morte;
  • asma bronchiale;
  • enfisema;
  • insufficienza cardiopolmonare;
  • ipertensione polmonare;
  • bronchiectasie (dilatazione bronchiale).

Se una tosse con bronchite è accompagnata da espettorato con sangue, è consigliabile verificare la presenza di malattie gravi come la tubercolosi e il cancro ai polmoni.

Prevenzione della bronchite

La prima misura di prevenzione della bronchite è di rafforzare le difese del corpo. Queste sono regole familiari come:

  • rifiuto di cattive abitudini;
  • aderenza al lavoro e al riposo;
  • buona nutrizione;
  • indurimento;
  • sufficiente esercizio fisico e altri importanti principi di uno stile di vita sano.

Altri approcci per la prevenzione della bronchite:

  • Accettazione durante il periodo di epidemie stagionali (autunno, inizio primavera, inverno) di farmaci rinforzanti, lo schema e il dosaggio del loro uso saranno selezionati dal medico; qui può essere attribuito e prendendo complessi vitaminici.
  • La vaccinazione contro le comuni infezioni da pneumococco, che è anche una frequente causa di bronchite, è efficacemente protetta dal vaccino PNEVO-23; pertanto, le persone a rischio (persone sopra i 50 anni, persone che soffrono di malattie croniche di organi interni, persone geneticamente predisposte, rappresentanti di professioni che comportano il contatto con persone (medici, insegnanti, venditori, ecc.), donne che stanno pianificando una gravidanza) sono fortemente raccomandate per essere vaccinate, il cui effetto dura 5 anni.
  • Vaccinazione contro l'influenza - A. Spesso sono le infezioni virali che sono spesso provocate dalla bronchite.
  • Rispetto delle norme di igiene personale - in particolare, frequente lavaggio delle mani.
  • Evitare il contatto con i pazienti e visitare luoghi affollati durante epidemie.
  • Eliminazione tempestiva dei focolai di infezione cronica nel corpo.
  • Eliminazione di fattori familiari avversi (polvere, inquinamento, presenza nell'aria di un gran numero di sostanze chimiche, fumo).